Fiabe orientali

Scodinzolare nel fango

Scodinzolare nel fango

L’eremita poeta Chuang Tzu stava pescando nel fiume Pu quando il re di Ch’u mandò due nobiluomini per invitarlo a presentarsi al suo cospetto. 

 A corte si spera che vogliate incaricarvi di certi affari di stato” gli dissero. 

 Continuando a tenere salda la sua canna da pesca, e senza guardarli, Chuang Tzu disse: 

“Ho sentito che Ch’u possiede una tartaruga morta da tremila anni e che la custodisce in un prezioso reliquiario, nel tempio dei suoi antenati. Non credete che la tartaruga sarebbe molto più felice di poter agitare la sua coda nel fango, che non di vedere tanto onorato il suo guscio? 

 “Naturalmente” risposero i due nobiluomini. 

 “Allora andatevene, disse Chuang Tzu. “Ho deciso che continuerò a scodinzolare nel fango. 

 

*Foto di copertina: Internet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *